9. Registrazione Marchi e Brevetti

Registrazione Marchi e Brevetti

Il marchio è il segno distintivo dei prodotti commercializzati dall’imprenditore e permette al consumatore di distinguere i beni venduti da quelli delle imprese concorrenti. Con il deposito si acquisisce l’esclusiva dell’utilizzo economico del segno uguale o confondibile per le classi merceologiche depositate. Dove vengono depositati i marchi. I marchi vengono depositati presso i competenti uffici marchi e brevetti nazionali che provvederanno secondo tempistiche differenti da ufficio a ufficio a concedere la registrazione. In particolare per l’Italia presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (U.I.B.M. - www.uibm.gov.it ), per i deposito del marchio comunitario (un unico marchio valido per i 27 paesi dell’unione europea) presso Ufficio per l’armonizzazione nel mercato interno (U.A.M.I.), per il marchio internazionale mediante la procedura di deposito presso il World Intellectual Property Organization (W.I.P.O.) o depositando dei marchi nazionali in ciascun ufficio marchi di ogni paese di interesse.

Verifica preliminare del marchio
Prima di registrare un marchio è fondamentale assicurarsi che non ci sia già qualcun’altro che lo stia utilizzando all’interno del territorio della Comunità Europea. L’attività svolta da Officinae consiste, dunque, nel verificare se il marchio sia già in uso da parte di altro soggetto, accertando nel momento in cui tu volessi registrarlo, tale operazione fosse possibile.
Un marchio puo’ essere depositato anche a nome di una o più persone fisiche non dotate di partita iva poi potra’ essere trasferito o dato in licenza d’uso anche gratuita a una societa’ costituita in seguito o utilizzato dalle stesse persone fisiche a seguito di apertura di una posizione iva per la vendita dei prodotti/servizi. La domanda che solitamente ci si fa’ è perchè e’ opportuno depositare un marchio.

Il consumatore dopo una esperienza positiva per un certo prodotto acquistato cerca di ridurre i costi di ricerca nel riacquisto ricercando i prodotti dell’imprenditore identificandoli attraverso il marchio. Si crea un processo di fidelizzazione del consumatore attraverso il segno distintivo che racchiude in se’ tutti gli investimenti in ricerca e sviluppo e pubblicitari del prodotto. Depositando il marchio l’imprenditore ottiene l’esclusiva nell’utilizzo del segno distintivo.
L’esclusivita’ che la legge assegna all’imprenditore ha una funzione sociale perche’ lo responsabilizza nei confronti del consumatore per i propri comportamenti ed evita che altri possano trarre vantaggio dal suo credito acquistato nei confronti dei consumatori. Pur esistendo in Italia la tutela del marchio di fatto (marchio non registrato) suggeriamo comunque di procedere al deposito perche’ la tutela e’ limitata al territorio geografico di effettivo utilizzo e richiede la dimostrazione di effettivo uso.
Un uso meramente locale puo’ non essere ritenuto tale da giustificare l’annullamento di un marchio nazionale depositato successivamente a prescindere dall’averlo usato o meno. Per poter validamente depositare un marchio e’ opportuno che il segno sia nuovo, lecito e abbia capacita’ distintiva. Al fine di garantirne la capacità distintiva e novità rispetto ai marchi relativi alla medesima classe, un marchio non deve essere descrittivo del prodotto, ma deve essere quanto più possibile una scritta/logo di fantasia. Il carattere distintivo di un marchio è infatti tanto maggiore quanto più un marchio è una scritta/logo di fantasia e si differenzia dai marchi già depositati nella stessa classe di prodotto. La capacità distintiva di un marchio è fondamentale per la validità e per la difesa da marchi simili.
Nella scelta di un marchio occorre prestare attenzione sia le esigenze di natura pubblicitaria e commerciale, che alle esigenze di difesa da pericoli di contraffazione e imitazioni. Per esempio si puo’ valutare il deposito di marchi difensivi “simile ma non identico al marchio principale” e marchi complessi costituiti da piu’ segni singolarmente depositati.

I marchi depositabili possono essere:
• marchio figurativo, costituito da una o piu’ parole in una determinata grafia anche in associazione a uno o piu’ bozzetti grafici o da un disegno. Tutela il logo grafico depositato da loghi uguali o confondibili. (NB: non e’ possibile depositare una forma che sia necessaria per un risultato tecnico es. il disegno di un cilindro di un’automobile.)
• marchio verbale, costituito da una dicitura/e o parola/e scritte in caratteri normali. Tutela in maniera piu’ forte le parole in qualsiasi rappresentazione grafica e di caratteri di stampa.
• Altre tipologie di marchi: tridimensionale, di colore, sonoro, olfattivo, ologramma e altri.

Questi marchi ai fini del preventivo sono considerati equivalenti al marchio figurativo.

Durata
La durata dell’esclusiva è pari a 10 anni dalla data di deposito rinnovabili indefinitivamente per periodi di 10 anni. Il rinnovo va effettuato nell’ultimo anno di validita’. Un marchio tutela da segni identici o simili per le classi per cui è stato depositato e classi affini se a causa dell’identita’ o somiglianza si possa determinare un rischio di confusione o di associazione tra i due segni. Fa eccezione il marchio celebre conosciuto da un gran numero di consumatori che gode di una tutela allargata.


Target
Aziende private, Aziende pubbliche, Piccole e medie imprese, Organizzazioni no profit, Enti, Istituzioni.


Perché è importante
Perchè oggi la "brand Protection" rappresenta un importante asset di valore nel tempo per le aziende


Cosa comprende
• Verifica preliminare del marchio
• Ricerca di anteriorità per verificare l’esistenza di altri marchi o loghi
• Invio della proposta di registrazione e scelta delle relative classi
• Presentazione e deposito telematico del brand


Quanto costa
Si possono scegliere tra 3 formule: Temporary Manager - Start-Up (10 - 20 - 30 ore) - Consulenza a Budget - Consulenza su misura
Compila il form per ottenere maggiori informazioni su questo servizio.
Scegli il servizio
Scegli il pacchetto

Privacy & Cookies Policy